Fiore Ivan de Lettera
Editore dal 1990, ha fatto dell'architettura e dell'ingegneria
l'ambito specifico delle sue testate, finora su carta, da oggi in digitale.
Oltre a Structural, che rappresenta lo sviluppo di una storia editoriale importante,
fonda nel '94 Recupero e Conservazione, ad oggi la testata di riferimento
per la valorizzazione del patrimonio edilizio e architettonico.
Nel 2005, guardando con interesse al fenomeno della free-press, 
lancia CityProject, il primo free tabloid di architettura in Italia.
Attualmente è impegnato nell'attività di consulenza e nell'ideazione 
di progetti speciali per la comunicazione, collaborando con soggetti pubblici e privati. 
     
 
Donatella Guzzoni
Direttore della rivista dal '91 è impegnata nel campo dell'ingegneria
strutturale su più fronti.
Presidente di ATE (Associazione Tecnologi dell'Edilizia) ormai dal 1996
e Presidente di SISMIC da gennaio 2013. Dal 2006 è Presidente dell'Ordine
degli Ingegneri della Provincia di Bergamo e attualmente membro della Commissione
"Costruzioni" del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Ha inoltre rappresentato
il CNI presso il CSLLPP nelle Commissioni consultive di monitoraggio
delle Norme Tecniche per i DM 2005 e 2008. Parallelamente svolge, da sempre,
l'attività di libero professionista come ingegnere strutturista. 
     
 
Chiara Falcini
Responsabile di redazione di Structural dal 1995, coordina la produzione
del magazine-on-line.
Gestisce l'agenda delle pubblicazioni e interagisce
con gli autori per l'ottimizzazione dei contenuti.
All'attività editoriale affianca la libera professione di architetto. 
     
 
UNA STORIA EDITORIALE DI QUASI 50 ANNI
 
       
 
1965   1987   1991   2010   2013
 
Giuseppe de Lettera (direttore), Ruggero Olivieri (editore) e un gruppo di amici strutturisti - Finzi, Catania, Toniolo, Soltan e altri - fondano La Prefabbricazione, versione italiana di Betonwerk+Fertigteil Technik, rivista internazionale per la prefabbricazione edile.   Nasce L'Edilizia, che rileva i diritti de "La Prefabbricazione"
rappresentandone la naturale
prosecuzione editoriale.
Mercato e cultura del settore sono cambiati e la testata si
apre al più vasto campo delle tecnologie e del progetto strutturale.
  Diventata ormai una delle due riviste leader (assieme all'Industria Italiana del Cemento) nel campo dell'ingegneria delle costruzioni, passa sotto la direzione di Donatella Guzzoni, aprendosi ai temi della ricerca, della tecnologia
e della chimica dei materiali.
  Il primo passo di un rinnovamento importante.
L'Edilizia diventa Structural, mirando ad un pubblico anche internazionale (raggiungibile grazie al circuito web) e alla necessità di un nome più coerente al suo storico e riconosciuto indirizzo editoriale.
  Secondo e ultimo passo: Structural abbandona la carta per il web, sdoppiandosi in un portale di informazione e in un magazine digitale in abbonamento.
Nasce l'Archivio DELETTERA, la più grande banca-dati in Italia di articoli, consultabili e scaricabili on-line.